Saucony Omni 20

Recensione

Quest'anno la Saucony Omni festeggia una pietra miliare con l'uscita della 20a edizione della storica scarpa da corsa. In termini di scarpe da corsa oggi, se si arriva alla 20a edizione si deve fare qualcosa di buono. La scarpa è stata sottoposta a piccole modifiche per migliorarne l'aspetto e la corsa.

La Omni è la "figlia di mezzo" della linea di scarpe stabili Saucony. Il suo fratello maggiore è la Hurricane con ammortizzazione massima, mentre il fratello minore più veloce è la Guide. In termini di stabilità, la Omni offre una moderata stabilità e viene venduta a 130 dollari. È in concorrenza con Brooks Adrenaline, ASICS GT-2000 e New Balance 860.

Prime impressioni sulla Saucony Omni 20

immagine di Saucony Omni 20

La prima volta che ho aperto la scatola, le scarpe mi sono sembrate subito vivaci e brillanti. Il nero e il giallo spiccavano sulla tomaia bianca. Anche se il bianco non è la mia scelta ideale, posso dire che hanno un forte appeal visivo. La parte che preferisco è il motivo a scacchiera utilizzato per l'interno. Avrei voluto che ne avessero di più all'esterno, come alcune delle altre proposte di Saucony di quest'anno. Offrono altre 3 varianti di colore se il bianco non è la vostra prima scelta.

Mi aspetto un equilibrio tra solidità e reattività nella calzata. Le Omni hanno soddisfatto questa aspettativa quando le ho indossate per la prima volta. Sono costruite per un comfort immediato e sono pronte per un po' di chilometri.

Le ho portate su una 10 km per il loro viaggio inaugurale. Mi sono sembrate un po' pesanti e rigide per la prima metà. Una volta che mi sono ambientato, hanno fornito una corsa confortevole e fluida per la seconda metà. Ero curioso di vedere come sarebbero stati gli altri chilometri.

Unità suola Saucony Omni 20

immagine di Saucony Omni 20

Partiamo dalle fondamenta. XT-900 e Tri-Flex sono le gomme al carbonio utilizzate per la suola dell'Omni. Si tratta di materiali resistenti, costruiti per chilometri e chilometri con un'usura minima. La suola presenta più scanalature di flessione rispetto all'edizione precedente. Questo ha reso l'intersuola più flessibile, consentendo una transizione più agevole dall'appoggio sul tallone/mezzapiede alla partenza in punta.

La suola offre controllo e trazione in qualsiasi condizione atmosferica.

L'anno scorso il PWRRUN ha fatto il suo debutto nella Omni 19 con risultati impressionanti. Continuano a utilizzare il PWRRUN bilanciato per l'intersuola. Si è notato un rimbalzo negli impatti e negli stacchi. Saucony ha sviluppato e dichiarato che il PWRRUN è un materiale più leggero e vivace. Il problema è che l'Omni pesa circa 1,7 kg, il che la rende una scarpa da ginnastica pesante. Questo peso si fa sentire e toglie un po' di brio alla Omni. L'Omni ha un drop di 8 mm, che è lo standard per le offerte Saucony.

Saucony impiega il FORMFIT nella parte superiore dell'intersuola per migliorare la calzata e la sensazione dell'allenamento. Il FORMFIT è costituito da strati di schiuma sagomati nella parte superiore dell'intersuola per cullare il piede. Il FORMFIT è poi coadiuvato dalla morbida suola superiore EVERRUN.

Con il tempo e i chilometri percorsi, questi due elementi si modellano e si adattano al piede.

Mentre le Saucony Guide e Hurricane utilizzano un telaio di guida in TPU, un pezzo di plastica solido posizionato sul lato mediale del piede, le Omni utilizzano un perno mediale a doppia densità. Questo metodo più tradizionale fornisce al piede la stabilità necessaria, perché si innesta quando è necessario.

Non ve ne accorgete nemmeno perché non c'è un pezzo di plastica nell'intersuola.

Tomaia Saucony Omni 20

foto di Saucony Omni 20

L'anno scorso hanno eliminato la tomaia ISOFIt e l'hanno sostituita con una maglia sintetica. Quest'anno hanno sostituito il sintetico con una rete di nuova concezione. Si tratta di una maglia a doppio strato con maggiore elasticità rispetto alla maglia precedente.

È flessibile e traspirante e consente ai piedi di rimanere freschi. Fornisce struttura con una certa elasticità e non ci sono sovrapposizioni, il che significa che non ci sono punti di irritazione. FORMFIT ha sostituito ISOFit nella tomaia della Omni. Ha lo stesso scopo di fornire una calzata personalizzata. L'ho trovato efficace quanto l'ISOFit.

Nella tomaia è presente una media ammortizzazione. La linguetta è dotata di un soffietto che la mantiene in posizione quando si è in movimento. Questo, insieme al semplice sistema di allacciatura, ha bloccato il mio mesopiede e ha aggiunto stabilità alle Omni.

Nel tallone delle Omni si trovano il tradizionale contrafforte e il collare. La quantità media di ammortizzazione continua. Ho trovato la calzata efficace, ma sul lato più lento; ha comunque tenuto il mio piede in posizione, ma per alcuni potrebbe causare lo slittamento del tallone. Anche il collare del tallone si trova sul lato inferiore, il che può contribuire allo scivolamento del tallone per alcuni.

Saucony Omni 20 Conclusione

foto di Saucony Omni 20

Ho un bel ricordo della Saucony Omni. Ho recensito le edizioni ISOFit 1 e 2 (17° e 18°). In effetti, la ISOFit 2 mi ha portato al traguardo della mia terza maratona. In che modo la ventesima edizione è all'altezza di queste altre esperienze?

Ho apprezzato il sistema ISOFit dei modelli precedenti e mi dispiaceva che lo avessero eliminato. Sono rimasto piacevolmente sorpreso e posso dire che la tomaia, che include FORMFIT, fa un buon lavoro di adattamento e fornisce una calzata personalizzata per i piedi. C'è ampio spazio per i piedi che si distendono durante la corsa. Un inconveniente della tomaia è la calzata e l'altezza del tallone. La calzata è più lenta e l'altezza del collarino del tallone è ridotta.

L'intersuola della Saucony Omni ha alcuni punti di forza ma anche un paio di svantaggi. Il suo montante mediale a doppia densità fornisce la stabilità di cui avete bisogno, quando ne avete bisogno. Questo, insieme a una base più ampia, lo rende un trainer stabile. Il PWRRUN è un miglioramento rispetto al materiale precedente, l'EVERRUN. Conferisce alla Omni una corsa rimbalzante con un pizzico di fermezza. Lo svantaggio dell'intersuola è il peso.

La Saucony Omni eccelle nei chilometri rilassati e nelle lunghe distanze.

La Saucony Omni è un cavallo di battaglia stabile costruito per molti chilometri.

La tomaia e l'intersuola lavorano insieme per offrire una corsa stabile e confortevole. Una corsa che è allo stesso tempo rimbalzante e reattiva alle vostre esigenze. A causa del peso delle Omni, sono più adatte per i chilometri lenti e facili. L'Omni si colloca ai primi posti della mia lista di scarpe da ginnastica stabili, con solo un paio di piccoli inconvenienti che le impediscono di essere al top.

Se avete bisogno di una scarpa da ginnastica stabile con ammortizzazione media e costruita per fare chilometri, vi suggerisco di dare un'occhiata alla Saucony Omni 20.