Hoka One One Clifton 7

Recensione

Hoka One One Clifton 7 Introduzione

Hoka One One Clifton 7 - Coppia

La Clifton è una scarpa che, dalla sua uscita nel 2014, ha visto alti e bassi. La prima versione ha riscosso un successo immediato, in quanto combinava un'altezza di pila super ammortizzata con un peso di poco inferiore alle 8 once.

Questo la rende abbastanza leggera per le gare e ben ammortizzata per gli allenamenti quotidiani e le corse lunghe.

Da quella prima versione, la Clifton è stata sottoposta a numerose modifiche che hanno reso la scarpa più pesante, più rigida, più resistente e più stabile, ma nessuna ha trovato il favore della prima versione ed è stata al massimo accettabile.

Finalmente, con l'uscita della Clifton 6, sembrò che i progettisti iniziassero a fare le cose per bene. Sulla base del successo della 6, Hoka prese ciò che funzionava e tornò al tavolo da disegno per aggiustare ciò che non funzionava.

La Clifton 7 sembra riportare la scarpa alle origini di cui molti si sono innamorati, ma con alcuni aggiornamenti che hanno migliorato la calzata e la sensazione.

Le prime impressioni di Hoka One One Clifton 7

Hoka One One Clifton 7 - Lato laterale

Unboxing della scarpa per la prima volta Le modifiche alla tomaia sono molto evidenti, ma l'intersuola ha quasi lo stesso aspetto dell'originale.

La scarpa è molto leggera e, una volta indossata, si nota subito la calzata sicura della parte centrale del piede, seguita da un alloggiamento spazioso per la punta.

La scarpa è morbida con una transizione fluida e ben bilanciata dal tallone alla punta. La calzata è fedele alla taglia, senza alcuna sensazione di disagio o altri problemi quando le ho indossate.

Unità suola Hoka One One Clifton 7

Hoka One One Clifton 7 - Lato mediale

L'intersuola/suola non è cambiata. Hoka utilizza la stessa EVA a compressione totale che conferisce alla Clifton 7 la sua caratteristica ammortizzazione e l'identica altezza della pila, 29 mm sotto il tallone e 24 mm nell'avampiede, della prima versione.

Anche la Clifton 7 mantiene la tecnologia Meta-Rocker, proprio come la 6.

Il drop più basso e la suola arrotondata si adattano alla mia camminata naturale e conferiscono alla scarpa una transizione fluida dal tallone alla punta con una sensazione di terreno minima. Ho trovato la scarpa morbida e con un'ottima ammortizzazione.

L'intersuola presenta anche un leggero rimbalzo, che ho notato soprattutto nell'avampiede, a ritmi più sostenuti.

Purtroppo, la flessibilità dell'intersuola impedisce a questa scarpa di esprimere tutto il suo potenziale, ma rende meno faticosi i passi più lenti.

Detto questo, a seconda delle preferenze di ciascun corridore, questo potrebbe essere interpretato come un vantaggio o un svantaggio. Io ho apprezzato la leggerezza della Clifton 7 e la preferisco per le corse più lunghe o per le giornate più tranquille.

Unità superiore di Hoka One One Clifton 7

Hoka One One Clifton 7 - Primo piano

La Clifton 7 impiega una rete a sandwich aperta per l'assemblaggio della tomaia. Questo materiale produce una tomaia incredibilmente traspirante e leggera.

Molte delle sovrapposizioni più pesanti utilizzate nella 6 sono state sostituite da bande 3D che forniscono un supporto adattivo, ma lasciano anche che il mesh ingegnerizzato svolga un lavoro maggiore, riducendone l'uso.

All'interno della scarpa Hoka ha aggiunto un soffietto leggero che fornisce sicurezza e blocco nella parte centrale del piede ed elimina la migrazione della linguetta, un problema fastidioso con la 6.

L'assenza di pesanti sovrapposizioni e la duttilità del mesh hanno creato un alloggiamento per la punta molto sicuro ma aperto, che si è adattato bene al mio piede di media larghezza.

Infine, Hoka ha aggiunto una nuova linguetta posteriore per l'orecchio dell'elfo/collare d'Achille. Questo non solo ha aiutato a calzare e togliere la scarpa, ma ha anche portato un po' di sostegno e stabilità alla parte posteriore della scarpa.

Hoka One One Clifton 7 Conclusioni

Hoka One One Clifton 7 - Tallone

Mi stupisce sempre il modo in cui Hoka riesce a mettere insieme una scarpa con ammortizzazione massima, leggera e stabile.

La Clifton 7 ne è un esempio ed è un'ottima scarpa per tutti i giorni per chi vuole avvicinarsi a una scarpa da ginnastica con ammortizzazione massima.

Anche se sembra che si tratti solo di un aggiornamento della tomaia, in realtà credo che sia molto più importante migliorare la scarpa nel suo complesso. Questo aggiornamento ha aumentato la flessibilità e la stabilità della Clifton 7, ampliandone così l'utilità.

L'unica cosa che potrebbe migliorarla sarebbe un po' più di ritorno di energia.

A parte questo, la Clifton 7 è un ottimo aggiornamento di una scarpa massimamente ammortizzata che non solo merita un posto ai vertici della categoria, ma anche qualche chilometro sui vostri piedi, se siete disposti a farlo.