Brooks PureCadence 7

Recensione

Amo le PureCadence 6; mi piacciono le PureCadence 7. Ecco perché: la tomaia rielaborata mi fa sfregare l’avampiede sulla superficie di corsa. Dato che la suola è la stessa della 6, qual è il problema?

L’altezza maggiore dell’avampiede è meno aderente di quanto preferisca e non riesco a correre così vicino al terreno. La 6 è la mia scarpa da corsa da 5k preferita, ma per le corse più lunghe userò la 7 a causa di questa sensazione di imbarazzo.

Il mio podologo mi ha spiegato che è normale che i tendini tirino le dita dei piedi verso l’alto con l’oscillazione in avanti della gamba; i miei non lo fanno. Se vi capita di avere buchi alle dita dei piedi nelle scarpe, questo cambiamento vi piacerà.

Brooks PureCadence 7 Informazioni generali

I precedenti modelli PureCadence hanno mostrato un’avvolgenza più visibile intorno al mesopiede rispetto al modello 7, il che mi ha preoccupato fin da subito: la tomaia rielaborata sarà meno sostenuta?

La nuova versione sembra anche più floscia, con stringhe “normali” che sostituiscono quelle leggermente elastiche che davano alla 6 una calzata personalizzata. Quest’anno è più leggera di mezzo grammo rispetto al passato, nella taglia 10 da donna.

La calzata è quasi identica a quella della 6, ma oltre all’aumento dell’altezza dell’avampiede, il tallone ha più spazio; misura addirittura 2 mm. in più all’apertura della caviglia, un valore leggero ma sufficiente per essere notato durante la corsa.

La nuova tomaia ha un bordo modellato più alto di 7 mm sul puntale, secondo una misurazione approssimativa; il materiale manca della spazzola liscia e setosa nella scarpa e delle stringhe che distinguevano la 6 dalla massa.

Le Arahi di HOKA ONE ONE e le New Balance Vongo offrono una calzata e un sostegno simili con un’intersuola più alta. La Liberty ISO di Saucony è un altro modello paragonabile.

Unità suola Brooks PureCadence 7

Brooks PureCadence 7 - Suola

La funzione adattiva del materiale dell’intersuola Brooks DNA personalizza la sensazione in base al peso, al ritmo e all’impatto del corridore, per una corsa fluida e confortevole.

La suola offre un’ottima aderenza anche sul bagnato e ha una struttura sufficiente a proteggere il piede quando si corre sulla ghiaia, senza appesantire la scarpa.

Info sulla tomaia di Brooks PureCadence 7

Brooks PureCadence 7 - Lato laterale

Prima di indossare una PureCadence 6 su un piede e una 7 sull’altro, pensavo che la calzata del mesopiede e del tallone fosse altrettanto aderente; non lo è, ma ci si avvicina. L’avampiede è notevolmente diverso, con 7 mm (non molti) in più di altezza della punta, che molti apprezzeranno.

Il materiale è e sembra di qualità inferiore, la tomaia intrecciata di quest’anno è progettata con più spazio e leggermente meno elastica, ma la scarpetta interna è altrettanto morbida con un robusto contrafforte per il tallone.

La calzata è più vicina alle dimensioni reali, con un tocco di spazio in più nel tallone e nell’avampiede che corrisponde alla lunghezza.

Le patch riflettenti circondano il tallone per migliorare la visibilità in condizioni di scarsa illuminazione. L’intreccio bicolore della linguetta moderatamente morbida aggiunge fascino al look. L’arco plantare è medio-basso.

Brooks PureCadence 7 Conclusioni

Brooks PureCadence 7 - Tallone

La PureCadence 7 è una buona scarpa: comfort, reattività e leggera stabilità. Tuttavia, non è una scarpa eccezionale (per me) e per dare 5 stelle deve essere eccezionale.

Se la 6 vi sembrava troppo aderente, tenete presente che la 7 è ancora stretta, ma potreste essere soddisfatti dei piccoli cambiamenti nella calzata della tomaia su una suola Brooks altrettanto stellare.

Il miglior cambiamento apportato a questo nuovo modello è la riflettività sul tallone.

Fan della PureCadence, cosa ne pensate della nuova tomaia? Se siete nuovi alla scarpa, come vi sembra? Fatecelo sapere nei commenti.