Brooks PureCadence 5

Recensione

La Brooks PureCadence 5 è la più recente iterazione della scarpa da ginnastica quotidiana di Brooks per chi cerca un sostegno maggiore di quello offerto dalla maggior parte delle scarpe a basso profilo.

Quest'ultima versione pesa come la PureCadence 4 che sostituisce. Tuttavia, la vecchia PureCadence 4 era più leggera della maggior parte della concorrenza, il che pone il nuovo modello in una posizione di vantaggio in termini di peso.

Appena tolte dalla scatola sono rimasto leggermente deluso dal fatto che mi sia stata inviata la colorazione "noiosa", un tema apparentemente comune tra i campioni dei media, ma l'aspetto è stato comunque sorprendentemente elegante con le loro sovrapposizioni stampate.

La calzata inizialmente sembrava ben organizzata, con una solida tenuta del tallone e un po' di spazio nelle dita dei piedi, come preferisco che siano le mie scarpe.

Muovendole, però, si è notato che avevano una cucitura consistente alla base della linguetta che premeva sulle dita dei piedi quando questi si piegavano.

Mi è capitato spesso di avere scarpe con lo stesso design in cui la linguetta sembrava essere impercettibile una volta che si correva, quindi ho iniziato la recensione per scoprire come si sono comportate una volta che i chilometri hanno iniziato a volare.

Unità suola Brooks PureCadence 5

Brooks PureCadence 5 - Lato laterale

Queste scarpe hanno una corsa decisamente solida, anche se non è la mia preferenza, ma è comunque il modo classico di fare le scarpe da corsa, quindi per coloro che non amano le nuove schiume più morbide, le intersuole di queste scarpe sembrano ben organizzate.

Un paio di scanalature strategicamente posizionate nell'avampiede consentono di flettersi con il piede. Tutto ciò significa, semplicemente, che hanno una sensazione molto tradizionale: un'intersuola rigida con un po' di flessibilità è il modo in cui è stato costruito il 90% delle scarpe da corsa degli ultimi dieci anni.

Per quanto riguarda il sostegno, è evidente ma non fortissimo, il che è ideale per l'iperpronatore lieve per cui Brooks le ha progettate. Lo stesso discorso vale per la gomma.

Brooks ha reso la suola più tradizionale rispetto al modello precedente, utilizzando baccelli piatti intorno alla scarpa rispetto ai baccelli circolari dei vecchi modelli, che consentivano un maggior numero di scanalature di flessione.

Sorprendentemente, in questa scarpa di supporto è assente una capsula per il tallone più spessa. Poiché la gomma del tallone è in genere la prima parte della scarpa a consumarsi per un iperpronatore lieve, si tende a utilizzare una capsula di gomma più spessa o più dura per aumentarne la durata.

Per quanto riguarda la trazione vera e propria, ancora una volta continua il tema "meh" del design di queste scarpe.

È stata utilizzata una gomma normale, in tutti i punti normali, senza alcuna aggiunta o baccello di trazione superiore, il che significa che queste scarpe vanno bene per le strade, ma non dovrebbero essere utilizzate per molto altro.

Anche solo una corsa veloce su strade umide può sovraccaricare la trazione delle scarpe, portando a slittamenti che risucchiano energia. Detto questo, questo tipo di gomma tende a durare per sempre quando si fanno chilometri di allenamento quotidiano.

Info sulla tomaia di Brooks PureCadence 5

La tomaia traspirante, che blocca anche i miei talloni ossuti, scorre in un ampio alloggiamento per la punta grazie a una tomaia senza cuciture, con una linguetta imbottita per un maggiore comfort.

Brooks PureCadence 5 - Tallone

Quando ho iniziato a muovermi sono emersi alcuni problemi. Almeno per me, la coppa del tallone molto rigida ha fatto sì che la pelle del mio Achille venisse levigata, anche una volta mentre indossavo un paio di calze alte a compressione.

Anche l'imbottitura della linguetta la rendeva rigida, per cui non solo di tanto in tanto si ribaltava su un lato della scarpa, richiedendo una nuova regolazione, ma costringeva anche la cucitura nella parte inferiore della linguetta a entrare nella parte superiore delle dita dei piedi, il che, sebbene non abbia causato alcun problema di rilievo nelle mie prime 50 miglia con queste scarpe, non era certo l'ideale, o comunque accettabile per una scarpa da 120 euro di Brooks, uno dei più grandi nomi dell'industria americana del running.

Brooks PureCadence 5 Conclusioni

Per me queste scarpe sono un'esecuzione scadente di un modello di stabilità leggero. L'unità della suola è del tutto standard, mentre la tomaia è inferiore alla media.

Nella categoria della stabilità leggera, che negli ultimi tempi è decollata, queste scarpe non sono all'altezza della concorrenza.

In un mercato in cui Nike utilizza tomaie Flyknit con morbide suole Lunarlon, Saucony vanta tomaie leggerissime e intersuole morbide, New Balance ha la schiuma fresca e Adidas ha le sue suole boost, per citarne alcune, Brooks deve trovare un fattore di differenziazione per la serie Pure nelle edizioni future.