Brooks Adrenaline GTS 17

Recensione

Brooks torna per la diciassettesima volta con la Adrenaline GTS. Rispetto al modello dell’anno scorso, il peso è stato leggermente ridotto e la tecnologia è stata aggiornata, ma Brooks è rimasta fedele alle sue fondamenta.

È una scarpa solida per i corridori che vogliono combattere l’iperpronazione ed è molto veloce. Per questo motivo si colloca al di sopra della concorrenza e non potrei raccomandarla di più.

Per quanto riguarda il prezzo, si colloca a metà della gamma, quindi si spenderà un po’ di più, ma non sarà completamente spazzato via. Il prezzo più alto è giustificabile ai miei occhi grazie al buon risultato ottenuto.

Brooks Adrenaline GTS 17 Informazioni generali

Brooks Adrenaline GTS 17 - Top

L’Adrenaline GTS 17 è la scarpa di stabilità di punta di Brooks, dove GTS sta per “Go To Shoe”. Il termine GTS mi ha sempre entusiasmato, perché sembra quasi che Brooks stia prendendo in giro alcuni dei nomi più generici dei modelli di scarpe in circolazione. È in concorrenza diretta con la linea GT-2000 di ASICS, la Saucony Omni e la Wave Inspire di Mizuno.

Mi sono imbattuto per la prima volta in questa scarpa anni fa, quando volevo allontanarmi dalle mie strette e pesanti ASICS Kayano. Il mio negozio di corsa locale mi ha proposto le Adrenaline GTS 14 ed è stato un successo.

Ho ottenuto un sostegno fantastico, ma sono stato in grado di spingermi nelle corse come non ero mai stato in grado di fare prima. Inutile dire che non vedevo l’ora di vedere cosa aveva fatto Brooks con questa scarpa quando ho scoperto che l’avrei testata.

Le prime impressioni sono state positive. La colorazione blu elettrico e gialla era piuttosto standard, ma i colori erano nitidi e spiccavano.

Mi sono sembrate un po’ pesanti, ma allacciarle e metterle in campo per la prima volta è stato fantastico. La corsa è stata leggera e piacevole.

Unità suola Brooks Adrenaline GTS 17

La corsa è stata incredibilmente fluida. L’atterraggio è stato senza sforzo e ha dato una bella spinta in fase di decollo. L’offset è di 12 mm e, sebbene sembri elevato, durante il test è stato difficile accorgersene grazie alla tecnologia impiegata da Brooks.

La suola è separata e si concentra su diversi punti caldi del piede. Brooks lo chiama “Full-Length Segmented Crash Pad”.

La segmentazione della suola favorisce un atterraggio adattivo. In questo modo, è perfetto sia che si colpisca di tacco sia che si atterri sulla pianta del piede, come me.

Questo funziona con l’intersuola “Biomogo DNA”. La morbida schiuma aiuta ad adattarsi a ogni passo. Un tocco di classe è che è stata progettata per biodegradarsi a un ritmo più elevato.

Brooks Adrenaline GTS 17 - Suola

Ciò significa che quando sarà il momento di appendere queste scarpe al chiodo, si decomporranno molto più rapidamente. Brooks ha introdotto questa tecnologia qualche anno fa e credo che sia bello vedere un’azienda che riduce la propria impronta di carbonio.

L’ultimo pezzo del puzzle è la parte interna della scarpa: plastica indurita che Brooks chiama “Progressive Diagonal Roll Bar”. Il suo obiettivo è quello di correggere i passi falsi e dare una corsa più naturale.

La sensazione è di rigidità, ma si nota a malapena quando si sta correndo. Questo ha fatto miracoli per combattere la fatica in alcune delle mie corse più lunghe.

Brooks Adrenaline GTS 17 Informazioni sulla tomaia

Il materiale della tomaia è un comune mesh senza cuciture. È confortevole e respira bene. Gli accenti riflettenti sono presenti ovunque e mi permettono di essere visto incredibilmente bene di notte.

Non vedo la necessità di acquistare una taglia in più perché c’è molto spazio in tutto. L’alloggiamento della punta è abbondante e non ci sono stati problemi di strettezza.

Si tratta di una situazione analoga a quella di Brooks per quanto riguarda le taglie. Ho un piede piuttosto largo ma non ho mai avuto problemi di vestibilità con le loro scarpe.

Il tallone è dotato di plastica rigida per bloccarlo, ma si ferma circa a metà. Mi è piaciuto molto perché mi ha bloccato ma non ha limitato i movimenti, in particolare quelli del mio tendine d’Achille.

Dal punto di vista estetico, non ero un grande fan dell’allacciatura. C’è un secondo occhiello sulla parte superiore della linguetta che non ho mai visto prima in una scarpa da corsa.

Mi è sembrato superfluo, soprattutto considerando quanto stringo le scarpe e che utilizzo gli occhielli superiori. Quando le ho allacciate, non mi sono sembrate pari.

La parte inferiore dell’allacciatura spingeva di più rispetto alla parte superiore, non sembrando simmetrica.

Sebbene si tratti di lamentele di carattere estetico, mi sono ritrovato a riallacciare più volte le scarpe perché non volevo doverle regolare a metà corsa. La vestibilità è stata ottima. Sono aderenti alla parte superiore del piede e sono stati più che confortevoli.

Brooks Adrenaline GTS 17 Conclusioni

Brooks Adrenaline GTS 17 - Tallone

Sono sempre stato colpito da Brooks. Ho l’impressione che siano più attenti al corridore, in quanto questo è l’unico sport su cui si concentrano, a differenza della concorrenza.

Le ho indossate durante il tapering per una maratona ed è stato fantastico. Sono stato in grado di andare sorprendentemente molto veloce con queste scarpe, cosa rara per me in questo tipo di scarpe.

Non ho mai avuto la sensazione di trascinarmi con loro e le consiglierei assolutamente.

Se siete alla ricerca di una scarpa leggera e veloce, ma non siete ancora pronti per entrare nel regno della stabilità e delle prestazioni, allora queste scarpe fanno al caso vostro.