Adidas UltraBoost X

Recensione

Questa divertente scarpa ha molto da offrire in termini di supporto dell'arco plantare e vestibilità personalizzata, ma presenta anche alcuni svantaggi.

La maglia flessibile è fasciata intorno e sotto l'arco plantare da strisce adidas decorative ma funzionali ed è in realtà separata dalla suola dove si tira su per avvolgere il piede.

Inizialmente la parte centrale del piede può sembrare troppo stretta (continuate a leggere per sapere come affrontarla), ma una volta che vi siete abituati alla scarpa, è sensibilmente assente (e non si sente!) quando si indossa una normale scarpa da ginnastica.

Adidas UltraBoost X Informazioni generali

Il mio primo pensiero dopo averle indossate è stato: "Adoro la sensazione di questo arco plantare!". La calzata avvolgente è ottima durante la corsa, ma uno dei miei primi allenamenti con questa scarpa comprendeva alcuni alligator crawl seguiti da burpees.

Adidas UltraBoost X - Lato mediale

Mentre strisciavo come un alligatore fuori dall'acqua, i miei piedi hanno iniziato a "iperventilare" e a sentirsi claustrofobici per quanto erano stretti. Allentare un po' i lacci (più facile da fare quando non si indossano) e andare senza calze aiuta a risolvere il problema.

E poi guardate cosa ho trovato! Gal Gadot ha mangiato crawl e burpee broad jump a colazione (con proteine e antiossidanti).

Anche noi comuni mortali possiamo allenarci come Wonder Woman (basta sostituire gli intervalli di corsa con il canottaggio, se preferite 😉 )

Questa scarpa è progettata per abbracciare il piede e, poiché sono una specie di "via di mezzo" (misura, piede sottile, tallone stretto e avampiede medio-largo) e ho una preferenza per l'aderenza, di solito scelgo l'opzione più piccola.

Ho scelto la mezza taglia in più rispetto al mio solito, con le Ultraboost X. La calzata è ottima nella parte centrale del piede (una volta capito come funziona). Poiché il design abbraccia il mio tallone, anche se posso facilmente infilare un altro dito nello stesso spazio, si sente bene quando si indossano i calzini con la scarpa. Ma questo solleva un altro problema: è un po' scomodo da indossare, con i calzini.

Adidas UltraBoost X - Parte superiore

Qualsiasi cosa, tranne i calzini sottili e stretti, tira e si aggroviglia. Se il piede è sudato, come se si fosse tolta la scarpa per allentare i lacci, può essere difficile rimetterla.

In generale preferisco indossare i calzini con le scarpe da corsa, ma questo modello funziona meglio senza (a parte la calzata sul tallone, che è stretta). C'è una cucitura dove finisce l'imbottitura extra del tallone che potrebbe dare fastidio ad alcuni piedi senza calze.

Inoltre, è una scarpa calda… e scomoda con i calzini. Adidas offre anche una scarpa Ultraboost X Clima che sembra essere simile ma con una maggiore ventilazione.

Spostandoci verso l'avampiede, la striscia che aggiunge un po' di struttura alla tomaia è meno cedevole nel punto in cui si attacca alla pianta del piede.

È difficile allentare i lacci mentre si indossa la scarpa – fatelo prima di indossarla – ma in questo modo si ottiene lo spazio necessario per un avampiede medio-largo.

Un piede largo può adattarsi al meglio a un numero intero in più rispetto al normale numero di scarpe da corsa, mentre un piede stretto può andare bene con il numero normale SE non ha problemi a correre senza calze.

In caso contrario, aumentate di mezza misura. In ogni caso, la rinuncia ai calzini aiuterà ad alleviare i problemi di calzata e di calore che molti riscontrano con questa scarpa.

La calzata aderente mi ricorda la Brooks PureCadence, ma questa scarpa Brooks offre una migliore aderenza al tallone, per il mio piede, e un tocco di rigidità in più all'arco plantare. Il drop è di 4 mm rispetto ai 10 della Ultraboost X, quindi è una scarpa diversa sotto questo aspetto.

Tra le scarpe simili di adidas troviamo la Ultraboost X Clima, con una tomaia più traspirante, la Ultraboost Parley, la Pureboost X Trainer 2.0 (donna), la Pureboost DPR (uomo) e la Pureboost X ATR (il modello da donna ha un arco plantare simile).

Tra le scarpe simili di Nike ci sono le Lunar Apparent e le Air VaporMax Flyknit Moc, che abbracciano in modo simile il mesopiede, ma eliminano i lacci.

Poiché l'intersuola contiene una buona quantità di schiuma boost™ (piuttosto pesante), l'Ultraboost X ha un peso simile a quello di alcune scarpe stabili di peso medio, come le ASICS GT-1000 e Dynamis, ed è effettivamente più pesante di 1,5 kg rispetto alle GT-2000 6, mentre è solo più leggero di 1,5 kg rispetto alle Nike Structure (nella taglia 10 per le adidas e 9,5 per il confronto).

Il peso è abbastanza leggero da funzionare bene per me, ma non lasciate che l'aspetto minimale e la tomaia intrecciata vi facciano pensare che sia particolarmente leggera.

Unità suola Adidas UltraBoost X

La Ultra Boost X presenta lo straordinario sistema di ammortizzazione boost™ di adidas, composto da migliaia di pellet in TPU fusi per creare una delle mie intersuole preferite. L'ammortizzazione è ottima e rimbalza per restituire energia.

È un po' pesante per quanto riguarda i materiali dell'intersuola, ma ha una durata comparabile.

Adidas UltraBoost X - Lato laterale

Nonostante l'ampio boost™, questa scarpa è più reattiva della Supernova del marchio, che ha anche una discreta quantità di intersuola, anche se non è così scattante come lo strato più sottile della Adizero Tempo 9.

Nella parte centrale della suola è presente un piccolo pezzo di plastica TORSION® SYSTEM che impedisce un movimento eccessivo durante l'appoggio del piede; tuttavia, la scarpa si flette facilmente. Inoltre è presente un pezzo di plastica nel tallone mediale.

La gomma Continental™ con il design standard adidas STRETCHWEB ricopre la parte inferiore della Ultraboost X per proteggere l'intersuola boost™ e offrire trazione.

La suola si comporta bene, ma si consuma più rapidamente di quanto indicato sul mercato. Con circa 70 miglia sulla scarpa, sto notando i tipici modelli di usura.

Informazioni sulla tomaia di Adidas UltraBoost X

Il tessuto della tomaia Primeknit è simile a un tessuto e sembra di indossare dei calzini. Permette un flusso d'aria naturale nella camera del piede, se non c'è uno strato aggiuntivo di calzini.

Quando si indossano i calzini, la scarpa diventa presto fastidiosamente calda anche se si svolge un'attività minima. La soletta è comoda ma si attacca al piede e si blocca quando si toglie la scarpa; fissarla alla tomaia sarebbe una buona mossa per adidas.

Adidas UltraBoost X - Parte superiore

Il design dell'arco dinamico si avvolge intorno e sotto l'arco plantare, sostenendolo e aggiungendo un sapore unico all'aspetto della scarpa, poiché non si collega all'intersuola.

La sella che fornisce la struttura alla tomaia può scavare nel piede se i lacci sono troppo stretti. Togliere la scarpa per allentare i lacci è il modo più semplice per personalizzare questa scarpa.

Passando alla parte posteriore, il contrafforte del tallone offre un sostegno vantaggioso, soprattutto per un tallone medio-largo, senza incidere la pelle grazie all'apertura per Achille e a un cuscinetto extra nella parte posteriore della tomaia.

Conclusioni di Adidas UltraBoost X

L'aspetto da prendere in considerazione per la Ultraboost X è che il design extra-snug di questa scarpa può essere soffocante finché non si riesce a capire la migliore combinazione di allacciatura, calzino/non calzino e attività per questa scarpa. Ora che mi sono abituato, mi manca l'arco plantare avvolgente quando corro con altre scarpe.

Se adidas riuscisse a inserire questo design personalizzato dell'arco plantare nell'intersuola, altrimenti più sostenuta e reattiva, delle sue Adizero Tempo, avremmo una delle mie scarpe preferite.

Nonostante tutti i problemi di calzata e la curva di apprendimento della corsa con questa scarpa, le do ancora 3,5 stelle grazie alla fenomenale vestibilità dell'arco plantare. Penso che la maggior parte delle persone amerà o odierà questa scarpa unica nel suo genere. Raccontateci la vostra esperienza nei commenti!