Adidas Solar Glide ST 2019

Recensione

Per me Adidas non è un marchio di spicco per il running. Adidas mi fa pensare al calcio… La Solar Glide ST cambierebbe la mia opinione?

Due anni fa la Solar Glide ST ha sostituito la Supernova ST nella linea di scarpe da corsa Adidas. Tra la Supernova ST – 10 edizioni – e la Solar Glide ST – 2 edizioni – ci sono state 12 edizioni della scarpa.

La variegata linea Solar di Adidas ha cinque proposte: Blaze, Ride, Drive, Glide e Boost. Le Drive, Glide e Boost sono quelle che si possono trovare nelle edizioni neutre e di stabilità. (Attenzione alla sigla ST, che sta per stability).

La Solar Glide ST è la loro offerta di stabilità di livello medio. È in concorrenza con Asics GT-2000, Hoka One One Arahi, Saucony Omni e Mizuno Wave Inspire, al prezzo di 140 euro.

Le offerte di Hoka e Brooks offrono una stabilità paragonabile grazie a tecnologie di stabilità simili.

Prime impressioni sulle Adidas Solar Glide ST 19

Adidas Solar Glide ST 19 - Lato laterale

Ultimamente, mentre ero in giro, ho notato sempre più persone che indossavano scarpe da ginnastica Adidas.

Con l’aumento della popolarità dell’abbigliamento athleisure, Adidas ha capitalizzato questo mercato realizzando scarpe da ginnastica che le persone vogliono indossare con i loro outfit athleisure quotidiani.

Quando ho aperto la scatola, ho subito pensato: queste sono le scarpe da ginnastica più eleganti che abbia mai recensito. Sembrano più pronte per le commissioni che per la corsa vera e propria.

Di solito tendo a prediligere colori più vivaci per le mie scarpe da ginnastica, ma mi è piaciuto il nero/grigio con accenti di arancione delle Solar Glide ST, ma vorrei che ci fosse qualche tocco di arancione in più in tutte le scarpe.

Il tacco è basso, il che rende il profilo complessivo più basso.

La mia curiosità si è accesa quando ho visto il contrafforte del tallone non tradizionale, che sembrava una zeppa con una parte centrale in neoprene. Inutile dire che non vedevo l’ora di iniziare a calcare i marciapiedi.

L’ammortizzazione equilibrata è stata ben accolta quando ho indossato le Glide ST per la prima volta. Aveva la giusta quantità di sensazione di fermezza ma anche di tolleranza che cerco in una scarpa da corsa.

Sono rimasto colpito anche dalla flessibilità della scarpa. Mi ci sono volute un po’ di volte per trovare la giusta calzata e la giusta sensazione.

Dopo averle indossate inizialmente per un giro al supermercato, le ho portate per una corsa rilassata di recupero di 4 miglia. È stata una corsa fluida e confortevole dall’inizio alla fine.

Adidas Solar Glide ST 19 Suola

Adidas Solar Glide ST 19 - Suola

Partiamo dal basso e saliamo con la suola.

La suola è costituita da un materiale in gomma al carbonio fornito da Continental, azienda nota per gli pneumatici dei veicoli. Due punti di forza di questa suola sono la trazione e la durata.

Dopo un centinaio di chilometri, la gomma al carbonio sembra ancora come il giorno in cui le scarpe sono state tolte dalla scatola. È stata in grado di gestire condizioni di bagnato e asciutto, oltre che di marciapiede e sentieri in pietra.

L’intersuola si estende verso l’esterno dal punto in cui si collega alla tomaia, creando un’area di atterraggio più ampia per la suola. Di solito questo fa sì che la scarpa risulti ingombrante e rallenti la corsa.

Questo non è il caso della Solar Glide ST, perché lo stack del tallone più basso e la leggerezza dei materiali dell’intersuola lo compensano. Questo design ha permesso al mio piede di allungarsi naturalmente durante la corsa.

Adidas ha introdotto la tecnologia Boost nel 2013 e non si è più guardata indietro. Questa tecnologia ha cambiato le carte in tavola in termini di materiali di schiuma utilizzati per l’intersuola.

Per coloro che non conoscono la tecnologia Boost, come me prima di iniziare questa recensione, la schiuma Boost è composta da piccole palline di schiuma TPU spinte insieme.

Si tratta di una caratteristica unica, perché la maggior parte delle altre scarpe da ginnastica in circolazione ha un’intersuola composta da un unico pezzo di schiuma.

Il risultato del boost è una corsa morbida, quasi squishy. Questo è stato evidente la prima volta che le ho portate su strada. L’intersuola è stata molto efficace nell’assorbire l’impatto della mia falcata.

Per quanto riguarda il ritorno di energia, era presente in punta, ma avrei preferito un po’ di più.

Il sistema di stabilità delle Solar Glide ST si compone di tre parti: spinta a doppia densità, binari a propulsione solare e sistema di torsione. Si tratta di un mix di metodi tradizionali e non tradizionali per garantire la stabilità.

La parte tradizionale del sistema è il boost a doppia densità, un’area di schiuma TPU più densa situata nell’arco mediale. Si tratta di un sistema molto simile a un montante mediale. È presente anche un cuneo triangolare nella zona mediale del tallone.

I binari a propulsione solare si trovano sia sul lato mediale che su quello laterale delle Solar Glide ST. Si tratta di una tecnologia non tradizionale per fornire stabilità agli iperpronatori.

Servono da ammortizzatori per bilanciare e guidare il piede. Questo si nota quando si indossano le scarpe per la prima volta, ma i piedi si adattano facilmente.

Questo sistema è simile alle tecnologie GuideRails di Brooks o J-Frame di Hoka.

Nella parte inferiore dell’intersuola è presente un sistema di torsione, un’unità termoplastica nel mesopiede che consente all’avampiede e al retropiede di muoversi in modo indipendente. Questo è evidente dalla sensazione di flessibilità della scarpa durante le mie corse.

Le tre parti del sistema di stabilità si completano a vicenda per fornire la stabilità di cui avevo bisogno.

I binari di propulsione sono stati i protagonisti del sistema di supporto che ha mantenuto i miei piedi equilibrati e sostenuti, indipendentemente dai chilometri percorsi.

Tomaia Adidas Solar Glide ST 19

Adidas Solar Glide ST 19 - Punta

L’altro aggiornamento è l’aggiunta di scanalature di flessione al materiale della tomaia, una maglia a doppio strato. Si tratta delle linee che si trovano alla base dei lacci, dove il piede passa dall’atterraggio alla partenza.

Queste scanalature di flessione hanno garantito una flessibilità multidirezionale durante la corsa. Tuttavia, il materiale della tomaia doveva essere più traspirante, dato che ogni volta che le sfilavo dopo una corsa i calzini si inzuppavano.

Gli aspetti non tradizionali continuano nella tomaia con il contrafforte del tallone. In pratica, Adidas ha inserito due pezzi di plastica densa su ciascun lato del tallone, formando in qualche modo un cuneo, mentre al centro è stato inserito del materiale in neoprene.

La speranza di questo metodo è di consentire all’Achille di muoversi naturalmente durante la falcata. È sicuramente una sensazione diversa rispetto alla maggior parte delle altre scarpe da ginnastica in circolazione.

Hanno raggiunto l’obiettivo di consentire all’Achille di muoversi in modo più naturale e di ridurre la pressione su di esso, ma è difficile ottenere una calzata aderente.

Mi è piaciuto il contrafforte del tallone non tradizionale, ma so che non è adatto a tutti. Le colline più ripide e i lavori di velocità non sono suoi amici. Questi sono stati gli unici tipi di allenamento in cui ho notato uno scivolamento del tallone durante la corsa.

La linguetta della scarpa è collegata alla suola, il che le conferisce una sensazione simile a quella di un guanto. È una sensazione simile alla tecnologia ISOFit di Saucony. L’ho apprezzata perché aiuta la calzata della scarpa.

Le Solar Glides ST sono scarpe più larghe che corrispondono alla taglia. La tomaia è priva di cuciture, il che evita qualsiasi zona di irritazione.

Adidas Solar Glide ST 19 Conclusione

Adidas Solar Glide ST 19 - Tallone

Le Solar Glide ST sono state le prime scarpe da corsa Adidas con cui ho corso. Nel complesso, ho apprezzato i chilometri percorsi indossandole.

Ho trovato i molti elementi non tradizionali delle Solar Glide ST paragonabili a quelli di altre scarpe da ginnastica tradizionali. Rivedrei volentieri queste scarpe da ginnastica se avessi bisogno di un’esperienza diversa.

Dal momento in cui le si indossa, si nota la vestibilità del contrafforte del tallone non ortodosso. È leggermente più allentato rispetto ad altre offerte, il che scoraggerà alcuni corridori, ma per me è stato un cambiamento gradito.

Ha permesso una maggiore flessibilità dell’achilleo, mentre il tallone è tenuto in posizione dalle placche di plastica. Con la calzata fornita da questo contrafforte del tallone, tuttavia, è più difficile fare esercizi di velocità con queste scarpe.

Questo perché le operazioni di arresto e partenza richiedono una calzata più stretta, soprattutto nel tallone. Anche le salite ripide rappresentano un problema per le Solar Glide ST.

Un giorno, mentre salivo su una salita ripida, ho sentito un certo slittamento della scarpa, come se qualcuno mi avesse bucato.

Gli elementi contemporanei continuano con il sistema di stabilità delle Solar Glide ST. Questo sistema è composto da tre parti: boost a doppia densità, binari a propulsione solare e sistema di torsione. Questo sistema fornisce una stabilità minima o moderata.

La stabilità è stata sufficiente per me, ma potrebbe non esserlo per altri corridori.

I tre aspetti hanno funzionato perfettamente insieme per fornire ai miei piedi la stabilità necessaria, pur essendo flessibili. Il tutto è stato potenziato dal materiale in schiuma Boost utilizzato per l’intersuola.

Un inconveniente che ho notato correndo con queste scarpe è stata la mancanza di traspirabilità della tomaia. Quando le sfilavo, i calzini erano piuttosto bagnati dopo la corsa.

Il ritorno di energia è importante in una scarpa da ginnastica, soprattutto se si prevede di percorrere chilometri a due cifre. Preferirei avere un ritorno di energia un po’ maggiore da queste scarpe.

I miei piedi e le mie gambe hanno risentito maggiormente degli effetti di una corsa a due cifre. I piedi si sentivano stanchi e avevano bisogno di più tempo per recuperare.

Le Adidas Solar Glide ST sono vendute al prezzo di 140 dollari, un prezzo un po’ più alto rispetto ad altri in un campo affollato di scarpe da ginnastica di stabilità di livello medio.

Nell’ultimo anno ho recensito molte delle offerte di moderata stabilità in circolazione, come le Saucony Guides e Omni, le ON Cloudflyers, le New Balance 860 e le Hoka One One Arahi.

Come le Cloudflyer e le Arahi, le Solar Glide ST rappresentano un’alternativa unica allo status quo. Offrono un’ottima ammortizzazione e una stabilità minima o moderata grazie a una tecnologia diversa.

Correre con queste scarpe potrebbe convertirvi ad Adidas, come me, o potrebbe farvi desistere dal provare le scarpe da ginnastica Adidas in futuro.